Bilal giunge a Calais dopo un viaggio attraverso l'Europa durato oltre tre mesi con lo scopo di ricongiungersi alla fidanzata Mina, residente a Londra con i famigliari. Segue l'incontro con Simon, istruttore francese di nuoto, il quale aiuta Bilal sia dal punto di vista pratico, sia dal punto di vista psicologico. Nel frattempo Mina viene promessa sposa, dal padre, ad un ricco cugino, Hassam, che gli promette in cambio una posizione importante nella gestione di un ristorante di Londra di cui è proprietario. Tutto questo non basta a distrarre Bilal dal suo intento di raggiungere la Gran Bretagna a nuoto, attraverso il Canale della Manica, nonostante i pericoli delle forti correnti, del grande traffico mercantile, della bassa temperatura delle acque dovuta al periodo invernale e alle dieci ore in cui dovrà nuotare ininterrottamente per compiere l'attraversata.
Ad opporsi ai protagonisti, inoltre, la polizia di frontiera intenzionata a stroncare il traffico di clandestini e ad ostacolare in ogni modo le organizzazioni umanitarie di volontariato, di cui fa parte anche l'ex-moglie di Simon, Marion. Il film si conclude con la tragica morte del ragazzo intercettato dalla Guardia Costiera inglese a 800 metri dalla costa inglese. Simon incontra infine Mina, a Londra, per raccontare quanto accaduto a Bilal.

wikipedia.org

Scheda film

Data di uscita
11 marzo 2009
Paese
Francia
Regia
Philippe Lioret
Sceneggiatura
Philippe Lioret, Emmanuel Courcol, Olivier Adam
Fotografia
Laurent Dailland
Interpreti
Vincent Lindon, Firat Ayverdi, Audrey Dana
collettivo.psicologia sinestesiateatro videocommunity cineteatrobaretti serenoregis psychetius arci cecchipoint officinecorsare