In "Kill me please" di Olias Barco (2011) si racconta di un medico all’avanguardia, il Dr Kruger vuole dare un senso al suicidio. Il suo sogno è creare una struttura terapeutica dove darsi la morte non sia più considerata una disgrazia, ma un atto consapevole svolto con assistenza medica. La sua clinica esclusiva richiama l’attenzione di un gruppo di strani personaggi, accomunati dal desiderio di morire: un famoso comico con un cancro incurabile, un commesso viaggiatore che cela sordidi segreti, un ricco erede lussemburghese, una bella ragazza con manie autolesioniste, un vecchio cabarettista berlinese dalla voce rovinata e un uomo che ha perso tutto nel gioco d’azzardo, moglie compresa. Dopo essersi consultati con Kruger sulle motivazioni che li spingono a farla finita, ciascuno di loro ha diritto a esprimere un’ultima richiesta. Ma nelle isolate montagne dove il dottore ha inteso realizzare il suo sogno del suicidio perfetto, è ancora la Morte a decidere quando colpire. Commedia in bianco e nero, nerissima e irresistibile, grottesca e scorrettissima.

Scritto da uno sconosciuto regista francese con Virgile Bramly (anche attore) e Stèphan Malandrin. Commedia grottesca di un Noir spinto, primo premio al Festival di Roma 2010.


Scheda film

Prima data di uscita
3 novembre 2010 (Belgio)
Regista
Olias Barco
Durata
1h 35m
Sceneggiatura
Olias Barco, Virgile Bramly, Stéphane Malandrin
Generi
Film commedia, Thriller, Giallo
collettivo.psicologia sinestesiateatro videocommunity cineteatrobaretti serenoregis psychetius arci cecchipoint officinecorsare