Quit Staring at My Plate di Hana Jusic (2016)

Il Film
La vita di Marijana ruota intorno alla sua famiglia, che lo voglia o no. Vivono stipati in un piccolo appartamento e rischiano di impazzire. Un giorno, un ictus riduce il padre in un vegetale, costringendo la figlia a farsi carico della famiglia: una madre onnipresente e un fratello portatore di Handicap. Per poter aiutare la famiglia, Marijana fa due lavori, cercando ogni tanto dei rapporti erotici con estranei per poter assaporare il gusto della libertà.
Ma cosa fare di se stessa, una volta assaggiata la nuova condizione?

Il Regista
Hana Jušić è nata nel 1983. Ha studiato regia cinematografica all'Academy of Dramatic Arts di Zagabria. Durante la sua carriera ha diretto diversi cortometraggi come Danijel (2009), Smart Girls (2010), Chill (2011), Gnats, Ticks and Bees (2011) e Terrarium (2012). I suoi film sono stati presentati e premiati in numerosi festival croati e internazionali (Oberhausen, Cottbus, Sarajevo, Poitiers, Amiens). Ha sviluppato la sceneggiatura per il suo primo lungometraggio al Torino Film Lab 2013. Ha anche scritto la sceneggiatura per il film di successo per bambini Mysterious Boy (2012).

Il trailer
https://www.youtube.com/watch?reload=9&v=PjE6IE9QgNk

Scheda film

Data di uscita
2016
Paese
Croazia/Danimarca
Regia
Hana Jušić
Sceneggiatura
Hana Jušić
Fotografia
Filip Friscic, Branko Knez
Interpreti
Mia Petricevic, Niksa Butijer, Arijana Culina, Zlatko Burić, Karla Brbic, Bruna Bebic-Tudor, Marijana Mikulic.
collettivo.psicologia sinestesiateatro videocommunity cineteatrobaretti serenoregis psychetius arci cecchipoint officinecorsare