Adèle è una quindicenne che ogni mattina si sveglia presto e deve correre per non perdere l'autobus che la porterà a scuola. Un tipo carino dell'ultimo anno le fa il filo e lei accetta di vedersi con lui in un tranquillo pomeriggio; proprio quando lo sta per raggiungere, il suo sguardo incrocia quello di una ragazza più grande, dai capelli tagliati alla maschietta e colorati di blu. Adèle si confronta con un "colpo di fulmine", un amore folle, che incendia le viscere e da cui è impossibile ripararsi. Nella notte, durante l'unica scena onirica di un film che addenta con voracità il reale, Adèle non sognerà un ragazzo, ma quella giovane dalla chioma blu che come un serpente le scivola addosso provocandole un orgasmo. Nell'adolescente qualcosa cambia: cominciando a cercare quella che sembra un'emanazione dei suoi desideri e che ritroverà, casualmente, una notte, inizia il suo personale romanzo di formazione, la cui parabola assume connotati cinematografici pressoché definitivi. La camera segue fino all'ultimo respiro i volti e i corpi della protagonista e di Emma. Il tracciato sentimentale non si allontana mai dal riflesso corporeo che lo incarna: la macchina, raramente piazzata lontana dal volto dei personaggi, è un sismografo dalla sensibilità icastica e immediata; ogni cambiamento di umore è rilevato in tempo reale e l'abilità nello scorgere una particolare occhiata o un'espressione possiede una naturalità impressionante.
Il regista franco-tunisino non dimentica la verticalità del proprio sguardo, sempre rivolto alla società francese, alle divisioni sociali e culturali. Fa delle due protagoniste un osservatorio privilegiato anche per l'incontro/scontro tra mondi differenti: Adèle viene da una famiglia petite bourgeois, mentre Emma è figlia della borghesia intellettuale, lesbica dichiarata con la ferma volontà di diventare artista.

Scheda film

Data di uscita
9 ottobre 2013
Paese
Francia, Belgio, Spagna
Regia
Abdellatif Kechiche
Sceneggiatura
Abdellatif Kechiche, Ghalia Lacroix, Julie Maroh
Fotografia
Sofian El Fani
Interpreti
Adèle Exarchopoulos, Léa Seydoux, Salim Kechiouche, Aurélien Recoing
collettivo.psicologia sinestesiateatro unito videocommunity cineteatrobaretti serenoregis psychetius arci cecchipoint officinecorsare